Quotazioni dell’oro dal 24 al 28 giugno

Quotazioni Add comments

Continua la discesa dell’oro che dall’inizio dell’anno ha perso quasi il 30%.
Le previsioni dicono che potrebbe perdere ancora qualcosa oscillando tra i 1100 e 1200 $oz sotto i quali non dovrebbe comunque andare essendo i costi di estrazione.


Sicuramente ci aspetta un periodo di incertezze, ma entro la fine dell’anno le quotazioni dovrebbero riprendere: Morgan Stanley vede i 1475 $/oz mentre Barclays arriva a pronosticare i 1500 $/oz.
Una volta che gli speculatori avranno raggiunto i loro scopi, a dettare legge sarà il mercato reale: quello delle banche centrali che stanno ancora aumentando le loro riserve, quello dei privati che continuano ad acquistare lingottini.
Intanto le autorità cinesi hanno deciso di lanciare il primo ETF sull’oro: si parla di primi investimenti per circa 400 milioni di dollari.
E’ dunque il momento di acquistare? Probabilmente si.
Inizieranno a luglio i colloqui Ue-Usa per l’abbattimento dei dazi doganali, che tanto interessano il nostro settore orafo, ma ne parleremo dalla fine del 2014, se non dopo.
La quotazione massima dell’oro in dollari/oz è stata di 1301,00 lunedì 24 e la minima di 1185,10 venerdì 28; il dollaro è stato scambiato a 1,3145 martedì 25 e a 1,2989 mercoledì 26.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.