Quotazione dell’oro dal 7 al’11 marzo

Quotazioni Add comments

L’oro è arrivato a sfiorare i 1280 $/oz trascinandosi dietro anche gli altri metalli preziosi.
Dall’inizio dell’anno ha fatto segnare un +20% e non sembra che voglia rallentare la sua corsa.

La richiesta da parte degli investitori è talmente alta che un fondo ha dovuto sospendere l’emissione di nuovi ETF ed una delle più grandi piattaforme per la vendita di oro a livello mondiale ha visto aumentare a febbraio gli acquirenti del 110%.
7.3.16Si è tenuta settimana scorsa l’attesa riunione della BCE: da aprile verranno acquistati titoli per 80miliardi di euro (contro i 60 precedenti), sono stati tagliati i principali tassi d’interesse e verranno promossi dei prestiti a lungo termine per le banche al fine di favorire il credito. Tutto ciò avendo ritoccato al ribasso tutte le precedenti stime: PIL dall’1,7% all’1,4%; l’inflazione dall’1% allo 0,1% ad esempio.
E l’oro, a fronte di queste stime, è tornato a salire recuperando più di 10 $ all’oncia anche se poi ha perso qualcosa, probabilmente per prese di profitto.
Intanto brusca frenata dell’export cinese: -25% a febbraio.
La quotazione massima dell’oro in dollari/oz è stata di 1277,71 martedì 08 e la minima di 1239,67 giovedì 10; il dollaro ha segnato prima il massimo, a 1,0845, e poi il minimo, a 1,1213, nella stessa giornata di giovedì 10.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.