Quotazione dell’oro dal 5 al 9 novembre

Quotazioni Add comments

L’oro ha perso circa mezzo euro la scorsa settimana; dopo un tentativo di recupero venerdì il crollo. Oggi apriamo a 1205,61 $/oz.

Eppure le notizie che arrivano dai mercati non sono negative.
Oltre ai grandi investitori e alle banche centrali, anche i privati muovono le quotazioni dell’oro con i loro acquisti: stando ad un’ importante società, solo presso i loro caveaux i depositi sono aumentati di oltre una tonnellata rispetto ad ottobre 2017.
E questo perché sempre più privati decidono di investire in oro una parte del loro patrimonio, spaventati dalle ricorrenti crisi politico/economiche che non lasciano prospettare orizzonti sereni. Le forti oscillazioni dei mercati azionari ad ottobre hanno spaventato molte persone. Come è stato detto: “nessuno si fida più di nessuno”!
Secondo le previsioni di Bloomberg le quotazioni dovrebbero rimanere attorno ai 1230 $/oz fino alla fine dell’anno per poi salire a 1240 $/oz nei primi tre mesi del prossimo anno. Ma sappiamo che le previsioni sono fatte per essere smentite…
La quotazione massima dell’oro in dollari/oz è stata di 1236,03 martedì 06 e la minima di 1207,45 venerdì 09; il dollaro è stato scambiato a 1,1496 mercoledì 07e a 1,1323 venerdì 09.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.