Quotazione dell’oro dal 29/4 al 3/5

Quotazioni Add comments

La decisione presa dalla FED ad inizio della scorsa settimana di lasciare i tassi invariati, nonostante le pressioni del presidente Trump che chiedeva un taglio dell’1% ed un ritorno ad una manovra di QE, ha movimentato le quotazioni dell’oro.

Il metallo viaggiava attorno ai 1280 $/oz, è poi sceso sotto i 1270 $/oz ed infine è tornato a 1290 $/oz.
Continua la corsa all’oro da parte delle banche centrali: secondo l’ultimo rapporto del World Gold Council nei primi tre mesi di quest’anno ne hanno acquistate quasi 150 tonnellate. La parte del leone continua a farla la Russia con più di 56 tonnellate (in un comunicato la banca centrale ha ribadito che gli acquisti continueranno, sempre in un ottica di difesa da possibili sanzioni USA). Subito dopo la Russia si segnalano gli acquisti della Cina, 33 tonnellate, e dell’India, 9 tonnellate.
Da segnalare, sempre in questi primi mesi dell’anno, anche l’aumento degli acquisti da parte degli investitori per un totale di 40 tonnellate mentre la gioielleria ha assorbito ben 530 tonnellate di metallo.
Nonostante tutto ciò c’è chi scommette su di un prossimo calo delle quotazioni.
La quotazione minima, 1269,65 $/oz, e massima dell’oro, 1289,50 $/oz si sono registrate nella stessa giornata di venerdì 03; il dollaro è stato scambiato a 1,1227 martedì 30 e a 1,1142 venerdì 03.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.