Quotazione dell’oro dal 29/10 al 2/11

Quotazioni Add comments

Dopo un calo a metà settimana, dovuto probabilmente alle prese di profitto di fine mese, l’oro è tornato recuperare qualche posizione: oggi apriamo a 1233,78 $/oz.

L’attenzione verso l’oro è dovuta soprattutto alle aspettative negative degli investitori che temono nuovi scenari di instabilità, prova ne sono i massicci acquisti di metallo da parte delle banche centrali: solo negli ultimi tre mesi hanno comprato per un valore di 5,82 miliardi di dollari, un quarto in più rispetto allo scorso anno.
E l’acquisto di oro va di pari passo con la crisi di fiducia nel dollaro. Se Russia e Cina (e quest’ultima possiede da sola 1,2 trilioni di dollari di debito americano) continuano a vendere titoli USA c’è chi ha pronosticato che, solo rispetto all’euro, il dollaro potrebbe perdere il 40% del suo valore entro i prossimi cinque anni.
Oltre tutto la guerra dei dazi, con la mancanza di acquisti da parte della Cina, sta producendo una diminuzione dei prezzi negli USA, soprattutto dei prodotti agricoli, che in alcuni casi ha raggiunto il 29% del valore.
La quotazione minima dell’oro in dollari/oz è stata di 1212,76 mercoledì 31e la massima di 1236,49 giovedì 01; il dollaro è stato scambiato a 1,1306 mercoledì 31e a 1,1449 venerdì 02.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.