Quotazione dell’oro dal 27 al 31 maggio

Quotazioni Add comments

Dopo una settimana con il metallo sempre attorno ai 1280 $/oz, venerdì il prezzo dell’oro si è impennato superando i fatidici 1300 $/oz. Oggi apriamo a 1313,32 $/oz.

E’ bastato che il rendimento dei Bund tedeschi fosse quotato a -0,21% (il più basso dal 2016) , che il presidente Trump abbia minacciato di imporre dazi fino al 25% sulle merci provenienti dal Messico, l’annuncio di una forte contrazione della produzione industriale cinese, causa la guerra dei dazi con gli USA, la possibilità di un taglio dei tassi da parte della FED verso fine anno, tutto ciò a fatto si che i mercati andassero in agitazione favorendo la corsa all’oro.
Oro bene rifugio certamente, ma anche buon investimento perché il metallo da gennaio ha guadagnato il 5% e secondo Goldman Sach arriverà presto a toccare i 1400 $/oz.
Un team di ricercatori della Cambridge University ha pubblicato uno studio secondo il quale è possibile creare pixel un milione di volte più piccoli di quelli attuali applicando le nanotecnologie all’oro: una nuova frontiera per il metallo giallo.
La quotazione minima dell’oro in dollari/oz è stata di 1275,81 giovedì 30 e la massima di 1313,85 venerdì 31; il dollaro è stato scambiato a 1,1214 lunedì 27 e a 1,1122 giovedì 30.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.