Quotazione dell’oro dal 26 al 30 novembre

Quotazioni Add comments

Davvero imprevedibile l’andamento dell’oro: prima in leggera discesa a fronte di un rafforzamento del dollaro, sempre attorno ai 1220 $/oz, poi un picco a 1232 $/oz a metà settimana per poi tornare a scendere precipitosamente nella stessa giornata fino a 1211 $/oz. Ed oggi apriamo a 1231 $/oz.

La Brexit tiene ancora banco perché l’accordo concluso con la UE dovrà essere ratificato dal voto del parlamento britannico l’11 dicembre, il che non è così scontato, ma era la riunione del G-20 in Argentina, con il faccia a faccia tra Trump e Xi Jinping a tenere in agitazione i mercati. Pare che una sorta di pace economica sia stata siglata. Vedremo se la tregua reggerà.
Avevamo già accennato al fatto che l’Inghilterra stava rifiutandosi di restituire al Venezuela l’oro che detiene nei propri forzieri e che non era ben chiaro il motivo di ciò, ebbene, se le notizie che corrono ora fossero confermate, ci troveremmo di fronte ad un atto di pirateria internazionale senza precedenti! Pare infatti che la “perfida Albione” nei contratti di deposito abbia messo una postilla dove si dice che si riserva il diritto di non restituire l’oro in custodia!!! Il problema potrebbe riguardare anche l’Italia visto che una parte delle nostre riserve auree giace nelle casseforti di Londra. Aggiungiamoci anche un bel “forse” perché i nostri bei lingotti potrebbero aver cambiato proprietario a nostra insaputa!
La quotazione minima e massima dell’oro in dollari/oz si sono avute nella stessa giornata di mercoledì 28:1211,95 e 1232,25; il dollaro è stato scambiato a 1,1272 mercoledì 28 e a 1,1399 venerdì 30.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.