Quotazione dell’oro dal 14 al 18 gennaio

Quotazioni Add comments

La quotazione dell’oro pare essersi arenata davanti a quota 1300 $/oz: nelle ultime settimane ha provato diverse volte ad infrangere questa resistenza senza però riuscirci. In euro la settimana è stata abbastanza altalenante anche se, alla fine, la differenza è risultata di neppure mezzo euro al grammo. Oggi apriamo a 1283 $/oz.

E’ iniziata venerdì scorso e terminerà mercoledì 23 «VicenzaOro January».
Sempre più ricorrente il tema della tracciabilità, Tiffany, ad esempio, ha dichiarato che fornirà ai propri clienti le informazioni relative alla provenienza dei diamanti acquistati. Ricordiamo che la 8853 SpA da anni ha sposato questa linea aderendo a «Responsible Jewellery Council».
L’Osservatorio Federpreziosi ha intanto reso noto che lo scorso anno il 12,7% degli italiani ha acquistato preziosi contro il 12,3% del 2017.
Per aggirare le sanzioni USA che riguardano anche il settore aurifero, il Venezuela farà raffinare il metallo estratto dalle sue miniere alla Turchia. Il paese sudamericano, nelle mani di Maduro, sta facendo segnare un’inflazione del 830mila per cento!
La quotazione massima dell’oro in dollari/oz è stata di 1300,90 martedì 15 e la minima di 1281,37 venerdì 18; il dollaro è stato scambiato a 1,1479 lunedì 14 e a 1,1357 venerdì 18.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.