Quotazione dell’oro dal 10 al 14 dicembre

Quotazioni Add comments

Dopo la corsa di dieci giorni fa, l’oro settimana scorsa si è preso una pausa attorno ai 1240 $/oz e stamani apriamo ancora a 1239 $/oz.

Probabilmente è in attesa di capire come intende operare la FED. Le ultime dichiarazioni di Powell hanno fatto intuire che verrà probabilmente sposata una linea più morbida (si parla di un solo aumento dei tassi nel 2019) e questo potrebbe favorire l’oro.
L’oro che usufruisce anche di altre situazioni contingenti non proprio esaltanti, come la sempre aperta guerra dei dazi, il prezzo del petrolio in calo e, last but not least, le borse internazionali che viaggiano ai minimi da otto mesi a questa parte.
E così gli analisti della Bank of America Merryll Lynch consigliano di investire in oro perché prevedono, nel 2019, una quotazione che si aggirerà attorno ai 1300 $/oz, ma che potrà arrivare a toccare addirittura i 1400 $/oz.
Ma l’incertezza sul futuro e le difficili condizioni attuali hanno spinto molti gruppi di investitori a ridurre la posizione azionaria in previsione di una crescita dell’economia mondiale l’anno prossimo inferiore al 3%. E l’oro torna a brillare.
La quotazione massima dell’oro in dollari/oz è stata di 1250,26 lunedì 10 e la minima di 1234,05 venerdì 14; il dollaro è stato scambiato a 1,1438 lunedì 10 e a 1,1273 venerdì 14.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.