I negozi e l’«oro da investimento»

Lingotti e monete Add comments

Premesso che l’unico soggetto autorizzato a vendere «oro da investimento» è un «Operatore Professionale», vogliamo specificare in questo post quali siano le differenze che intervengono nella vendita di lingotti d’oro da parte della 8853 S.p.A. ad un titolare di Partita Iva che non sia un Operatore Professionale, ovvero autorizzato dalla Banca d’Italia, e la possibilità di una loro successiva vendita da parte di quest’ultimo ad un privato.

Dati i primi due presupposti (Partita Iva e non essere Operatore Professionale), ciò che fa la differenza è il fatto di possedere o meno un «marchio di identificazione».

100g

Nel caso non si possegga un marchio di identificazione:
– la 8853 può fornire oro da investimento (i lingottini, ma anche le monete con titolo pari o superiore a 900 millesimi) solo in vendita e solo in modo occasionale e non continuativo (anche se la legge non specifica poi cosa questo significhi esattamente).
– il negoziante non può rivenderli, ma solo gestirli per la ditta, ad esempio può omaggiarli a dipendenti e/o clienti e, attraverso un’autofattura, pagare l’Iva sul valore dei lingotti.
Ricordiamo allora a chi non possiede un marchio di fabbricazione che offriamo la possibilità di diventare nostro procacciatore per lingotti e monete e ricevere un premio di segnalazione sulle operazioni andate a buon fine.

 

Nel caso invece si possegga un marchio di identificazione:
– la 8853 può fornire oro da investimento sia in vendita che in cambio metallo in modalità «inversione contabile» (oro destinato alla lavorazione).
– i lingotti quindi non possono essere rivenduti come tali, ma unicamente come «oro industriale» e quindi addebitando al cliente l’Iva del 22%.
Ricordiamo che non si può assolutamente vendere «oro da investimento» con addebito di Iva.

Resta inteso invece che ad un Operatore Professionale la 8853 S.p.A. può fornire lingotti in oro sia in vendita che in cambio metallo (in questo caso addebitando l’Iva sulla lavorazione) e l’Operatore può tranquillamente rivendere il nostro oro «da investimento» in esenzione Iva.

Lascia un commento

by TriplaW
Entries RSS Comments RSS Accedi



La "8853 S.p.A." ha basato questi articoli su informazioni ottenute da varie fonti che crede certe, ma che non ha indipendentemente verificato. La "8853 S.p.A." non accetta responsabilita' relative alla loro esattezza e non puo' essere giudicata responsabile per le conseguenze che potrebbero derivarne per qualsiasi opinione o dichiarazione contenuta o per qualsiasi omissione; non ammette altresi' responsabilita' se ne derivi perdita o danno indiretto per un profitto perso che potrebbe risultare dall'esistenza e dall'uso delle informazioni fornite all'interno di questi articoli.
La "8853 S.p.A." non si assume inoltre alcuna responsabilita' per i collegamenti ad altri siti attraverso i links presenti negli articoli perche' non e' in grado di controllarne costantemente l'affidabilita'.